Contrastare l’inquinamento - Nazioni che hanno rivoluzionato le loro abitudini per salvare l’ambiente
 
    Stai leggendo il giornale digitale di IS Einaudi Pareto su
    Clicca qui per leggere il giornale di un altro Istituto.

    Contrastare l’inquinamento

    Nazioni che hanno rivoluzionato le loro abitudini per salvare l’ambiente

    La piaga ambientale di cui oggi si ha più paura, è l'inquinamento, legato al fenomeno dell'usa e getta.

    Molti sono i paesi del mondo che si stanno già mobilitando per introdurre misure che riducono lo spreco e l'inquinamento ambientale.

    Per esempio, nei supermercati Thailandesi, si utilizzano le foglie di banano per imballare i prodotti ortofrutticoli.

    Ad Oslo un'iniziativa, che ha notevolmente ridotto l'inquinamento ambientale, è stata la messa in atto di un sistema di trasporti costituito da 400 autobus che funzionano con combustibile proveniente da rifiuti umani.

    In Canada, nonostante la presenza di importanti industrie di gas e petrolio, vi sono centri di scarto, smistamento e riciclaggio di diversi materiali inquinanti. Inoltre sono presenti sistemi di trasporto ecologici che riducono le emissioni di gas nocivi per l'ambiente e per la salute dell'essere umano, come per esempio l'uso di  mezzi elettrici per il trasporto pubblico.

    I cittadini della Svizzera, del Canada e della Finlandia, che amano vedere la propria città pulita, possono dedicarsi alle cosiddette "pulizie di primavera" nei loro parchi, marciapiedi, strade e spazi verdi.

    Tutto ciò rappresenta un buon esempio da seguire per tutti i paesi meno ecologici.

    E l'Italia?

    L'Italia si colloca al 38esimo posto su 228 dei paesi più inquinati.

    A penalizzarci sono diversi aspetti:

    • l'elevata quantità di fertilizzanti utilizzati nelle coltivazioni, causa delle acque inquinate;
    • l' anidride carbonica, causa dell'inquinamento atmosferico, che aumenta sempre di più per l'uso crescente di automobili;
    • l' interesse, attualmente risultato insufficiente,  da parte delle amministrazioni locali, che non considerano prioritario il problema dell'inquinamento ambientale.

    Si dovrebbe collaborare iniziando a ridurre l' inquinamento, utilizzando meno prodotti "usa e getta" e copiando dalle nazioni virtuose tutto ciò che funziona nel loro territorio e potrebbe funzionare nel nostro.

    di Gaia Carli

    di Vanessa Vianello


    Parole chiave:

    inquinamento

    Condividi questo articolo





    edit

    Scrivi su Scuolalocale clear remove

    Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo

    edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    doneChiudi
    Racconta la tua esperienza Scuola-Lavoro!
    Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto di alternanza e racconta l'esperienza; la redazione di Scuolalocale del tuo Istituto riceverà queste informazioni e le pubblicherà su Scuolalocale.
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
    Seleziona il progetto che vuoi raccontare, non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    Invia la tua Idea clear remove

    Descrivi la tua idea e inviala a Scuolalocale.
    account_circle
    pin_drop
    Seleziona il tuo Istituto

    Seleziona l'ambito della tua idea

    mode_edit

    thumb_up

    La tua idea è stato inviata a Scuolalocale!

    Grazie!

    doneChiudi
    Chiudi
    Chiudi