1 Maggio - Festa dei lavoratori
 
    Stai leggendo il giornale digitale di IS Einaudi Pareto su
    Clicca qui per leggere il giornale di un altro Istituto.

    1 Maggio

    Festa dei lavoratori

    Il primo Maggio si celebra la festa dei lavoratori per ricordare tutte le battaglie e le manifestazioni da loro compiute dal 1800, per ottenere una riduzione delle ore di lavoro  giornaliere e per migliorare le condizioni di sicurezza.

     Il primo «Primo Maggio» nasce a Parigi il 20 luglio del 1889,  durante il congresso della Seconda Internazionale nella capitale francese. L’obiettivo dell’organizzazione era quello di collegare l’attività di tutti i partiti nazionali  legati con il movimento dei lavoratori. Venne promossa una grande manifestazione per chiedere alle autorità pubbliche di diminuire a otto ore la giornata lavorativa. 


    Non è stato facile ottenere tutto ciò se si pensa che, già il movimento dei lavoratori,  nel lontano 1855 in Australia, creò lo slogan "8 ore di lavoro, 8 ore di svago e 8 ore per dormire".

    Quando ancora, in quel periodo, le persone lavoravano anche 16 ore al giorno, in pessime condizioni, e spesso morivano sul luogo di lavoro.


    Solamente dopo una lunga serie di rivendicazioni, congressi, manifestazioni e lotte fu stabilito un massimo di 8 ore lavorative e finalmente i lavoratori acquistarono diritti e ,in particolare, i vari dispositivi di sicurezza.


    Ma la domanda più frequente di sempre è: perchè proprio il primo Maggio?


    Pare che, il 1° Maggio del 1886 a Chigago fu indetto uno sciopero appunto per ridurre la giornata lavorativa a 8 ore.

    La protesta durò tre giorni e culminò col massacro represso nel sangue: una vera e propria battaglia in cui persero la vita 11 persone e gli incidenti furono davvero tanti.

    In Italia la festività fu ratificata nel 1891. Durante il ventennio fascista, a partire dal 1924, la celebrazione fu anticipata al 21 aprile, in coincidenza con il cosiddetto “Natale di Roma”.

    Dopo la fine del conflitto mondiale, nel 1945, fu ripristinata mantenendo lo status di giorno festivo.

    Nel 1947 si riprese a festeggiarlo il Primo maggio, ma la celebrazione venne repressa nel sangue a Portella della Ginestra, presso Piana degli Albanesi a Palermo, dalla banda di Salvatore Giuliano, per la volontà dei poteri mafiosi di mantenere vecchi equilibri


    Oltre alla festa dei lavoratori, esistono curiose  tradizioni legate a questa giornata:

    In Abruzzo, tra le montagne di Cocullo, migliaia di pellegrini  circondano la statua di San Domenico Abate avvolta da un centinaio di bisce catturate intorno al paese dai “serpari”, uomini giovani e meno giovani che hanno imparato questo “mestiere” dai nonni. La statua, attorniata da serpenti viene portata in processione per le strade e davanti alle porte delle case viene lanciata della terra benedetta, un gesto che vuole significare la protezione dai pericoli della natura. La festa, a causa del terremoto che colpì L’Aquila, non venne celebrata nel 2009 e nel 2010.


    Simbolo del Primo Maggio, a Forlì,  è il cedro: la leggenda narra che San Pellegrino usasse le proprietà del cedro per curare i malati. Gli agrumi vengono benedetti nella chiesa di Santa Maria dei Servi e quel giorno, nelle tavole delle famiglie, non mancheranno di certo.


    A Palermo, quest'anno, dopo le edizioni passate che hanno registrato un'enorme affluenza,  torna il Primo Maggione, che si terrà appunto  in piazza Magione. In cui ci sarà musica live, dj set, birra, vino, cocktail, food, sport e attività per bambini. Questo e altro per la Festa dei Lavoratori, che sarà preceduta , il 30 Aprile, dal color Party, la festa del colore.


    di Vanessa Vianello


    Condividi questo articolo





    edit

    Scrivi su Scuolalocale clear remove

    Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo

    edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    doneChiudi
    Racconta la tua esperienza Scuola-Lavoro!
    Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto di alternanza e racconta l'esperienza; la redazione di Scuolalocale del tuo Istituto riceverà queste informazioni e le pubblicherà su Scuolalocale.
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
    Seleziona il progetto che vuoi raccontare, non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    Invia la tua Idea clear remove

    Descrivi la tua idea e inviala a Scuolalocale.
    account_circle
    pin_drop
    Seleziona il tuo Istituto

    Seleziona l'ambito della tua idea

    mode_edit

    thumb_up

    La tua idea è stato inviata a Scuolalocale!

    Grazie!

    doneChiudi
    Chiudi
    Chiudi