NO ALLA VIOLENZA SULLE DONNE - Si può possedere un cellulare non una persona
 
    Stai leggendo il giornale digitale di IS Einaudi Pareto su
    Clicca qui per leggere il giornale di un altro Istituto.

    NO ALLA VIOLENZA SULLE DONNE

    Si può possedere un cellulare non una persona

    Giorno 25 novembre 2019, all'istituto Einaudi Pareto di via Mongerbino, in occasione della “giornata internazionale contro la violenza sulle donne” si è tenuto un incontro con la professoressa referente per la Legalità e le Pari Opportunità. E’ stata ospite d’eccezione come vittima e testimone Lucia Petrucci (23 anni) , che sette anni fa ha assistito all’ omicidio di sua sorella Carmela per mano del suo ex ragazzo.

    Lucia ci ha raccontato che dopo la rottura con il suo ex fidanzato quest'ultimo si faceva trovare sotto casa sua,che gli rubava le password dei social e che le inviava messaggi anonimi. Naturalmente Lucia si rivolse alla polizia che le consigliò di cambiare sim , e scelta più sbagliata non poteva fare , infatti la vecchia sim era stracolma di minacce .

    Il giorno della tragica morte di sua sorella,Lucia e Carmela stavano tornando a casa da scuola (frequentavano lo stesso Liceo classico, Carmela era all’ultimo anno, Lucia al terzo) quando improvvisamente l'ex ragazzo di Lucia armato di coltello prova a colpirla, ma viene salvata da Carmela che si mette davanti e muore di conseguenza. Lucia resta ferita al femore e al viso.

    Lucia ci ha raccomandato di non sottovalutare mai “ i segnali”. Ci ha informato che il processo per dare giustizia alla sorella è durato ben 4 anni , e che più volte hanno provato a riversare la colpa anche su di lei, perché è stata lei a ridurreil ragazzo in quello stato, alla fine si è concluso che non è normale che una persona porti con sé un coltello (premeditazione). L'ex ragazzo di Lucia ha avuto la pena massima, l'ergastolo.

    La prof.ssa ci ha detto che solo in Italia nell’anno 2018 sono state uccise 142 donne , prima di arrivare all’ omicidio ci sono gli schiaffi ed ormai si sa che dopo il primo arriva il secondo, poi i calci, i pugni in faccia, e così via. Molte donne che subiscono violenze spesso non denunciano per due motivi: o pensano che colui che dice di amarle possa cambiare o per amore dei propri figli, e se denunciano ritirano la denuncia dopo due giorni.

    La scorsa settimana su la Repubblica c'è stata la socializzazione di ‘una mostra di radiografie’ dove si vedevano chiaramente bacini, gambe, braccia e altre ossa fratturate, una di queste mostrava chiaramente una lama di coltello conficcata nella schiena.

    Molti uomini, se cosi si possono chiamare, per possessività non si limitano solo a questo, ma anche a sfregiare con l'acido coloro che dicono di amare.

    Donne ricordate che se vi picchia non vi ama ,non siete oggetti non appartenete a nessuno e non permettete che vi tratti come tali, voi siete solo di voi stesse.

    IO DICO NO ALLA VIOLENZA SULLE DONNE.

     

    di Federica Marchese


    Condividi questo articolo





    edit

    Scrivi su Scuolalocale clear remove

    Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo

    edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    doneChiudi
    Racconta la tua esperienza Scuola-Lavoro!
    Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto di alternanza e racconta l'esperienza; la redazione di Scuolalocale del tuo Istituto riceverà queste informazioni e le pubblicherà su Scuolalocale.
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
    Seleziona il progetto che vuoi raccontare, non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    Invia la tua Idea clear remove

    Descrivi la tua idea e inviala a Scuolalocale.
    account_circle
    pin_drop
    Seleziona il tuo Istituto

    Seleziona l'ambito della tua idea

    mode_edit

    thumb_up

    La tua idea è stato inviata a Scuolalocale!

    Grazie!

    doneChiudi
    Chiudi
    Chiudi