LA FESTA DEL PAPÀ - Viva i papà di tutto il mondo!
 
    Stai leggendo il giornale digitale di IS Einaudi Pareto su
    Clicca qui per leggere il giornale di un altro Istituto.

    LA FESTA DEL PAPÀ

    Viva i papà di tutto il mondo!

    In quasi tutti i paesi del mondo esiste un giorno dedicato al papà, anche se viene celebrato in date diverse.

    In Italia, e in tutti i paesi cattolici, viene festeggiato il 19 marzo in coincidenza con il giorno di San Giuseppe.

    Negli Stati Uniti il “Daddy’s Day” si celebra la terza domenica di giugno; in Russia, il 23 febbraio, in corrispondenza con il “giorno dei difensori della patria”; in Scandinavia, la seconda domenica di novembre; in Germania il papà viene festeggiato il giorno dell’Ascensione (40 giorni dopo Pasqua).

    Come già scritto, in Italia, paese di tradizione cattolica, la festa del papà viene celebrata il 19 marzo in occasione della festività di San Giuseppe, padre putativo di Gesù e quindi protettore dei padri di famiglia e patrono della Chiesa universale.

    Il culto di San Giuseppe ha origini molto antiche: già nell’Alto Medioevo si celebrava la sua figura nelle chiese orientali; nel Trecento la pratica si diffuse anche in Occidente e si cominciò a osservare la sua festa il 19 marzo, data della sua morte.

    La festa venne inserita nel calendario romano da papa Sisto IV intorno al 1479 ed estesa a tutta la chiesa nel 1621 da Gregorio XV.

    Da allora non c’è regione, città o paese che non celebri il papà di Gesù e tutti i papà del mondo con qualche festa particolare, in cui devozione e tradizione si fondono. Addirittura fino al 1976 il 19 marzo, in Italia, era un giorno festivo anche agli effetti civili. In questa giornata i bambini, recitando poesie e filastrocche imparate a scuola, offrono in dono ai loro papà oggetti lavorati affettuosamente con le proprie mani, mentre gli adulti, la sera, festeggiano San Giuseppe con i tradizionali falò in cui gli antichi riti pagani, che segnavano il passaggio dall’inverno alla primavera, si fondono con la tradizione cristiana che vede nel fuoco il simbolo della luce divina che sconfigge le tenebre del peccato.

    E’ risaputo, inoltre, che in Italia le tradizioni religiose vanno sempre “a braccetto” con la cucina e così anche la festa di San Giuseppe ha i suoi dolci tipici, diversi da regione a regione: a Roma ci sono i bignè di San Giuseppe; nel napoletano le zeppole; in Toscana e in Umbria la frittella di riso; nella provincia di Bologna il dolce tipico della festività è la raviola. Nella nostra meravigliosa Sicilia, nel giorno della festa del papà non possono mancare la pasta con le sarde e i finocchietti e le sfinci: gustose e morbide frittelle ricoperte e ripiene con una dolce crema di ricotta mista a gocce di cioccolato, pistacchi tritati, ciliegie e scorze di arancia candita.

    Il papà è per tutti noi una figura indispensabile e insostituibile ed è giusto che venga festeggiato nel migliore dei modi.

    Auguri quindi a tutti i papà del mondo: a quelli che vivono felicemente con i loro figli, a quelli che sono costretti a starne lontano loro malgrado e a quelli che, pur non essendoci più fisicamente, continuano a vegliare su di loro da lassù!

    di Simone Bellomare


    Parole chiave:

    19 Marzo , festa del papà

    Condividi questo articolo





    edit

    Scrivi su Scuolalocale clear remove

    Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo

    edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    doneChiudi
    Racconta la tua esperienza Scuola-Lavoro!
    Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto di alternanza e racconta l'esperienza; la redazione di Scuolalocale del tuo Istituto riceverà queste informazioni e le pubblicherà su Scuolalocale.
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
    Seleziona il progetto che vuoi raccontare, non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    Invia la tua Idea clear remove

    Descrivi la tua idea e inviala a Scuolalocale.
    account_circle
    pin_drop
    Seleziona il tuo Istituto

    Seleziona l'ambito della tua idea

    mode_edit

    thumb_up

    La tua idea è stato inviata a Scuolalocale!

    Grazie!

    doneChiudi
    Chiudi
    Chiudi