GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI - Anche la Chiesa segue l’evolversi dei mezzi di comunicazione
 
    Stai leggendo il giornale digitale di IS Einaudi Pareto su
    Clicca qui per leggere il giornale di un altro Istituto.

    GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI

    Anche la Chiesa segue l’evolversi dei mezzi di comunicazione

    Oggi inizia la Settimana della Comunicazione che culminerà domenica prossima con la Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali, istituita da Paolo VI durante il Concilio Vaticano II e celebrata di solito la domenica che precede la Pentecoste.

    La giornata è dedicata ogni anno a un tema diverso che viene stabilito il 29 settembre, festa degli Arcangeli Michele, Raffaele e Gabriele, patroni di coloro che lavorano alla radio. Il 24 gennaio (festa di San Francesco di Sales, patrono dei giornalisti), invece, il Santo Padre rende pubblico il proprio messaggio.

    Nel messaggio della prima giornata mondiale delle Comunicazioni Sociali, tenutasi il 7 maggio 1967, il papa Paolo VI invitava tutti i cristiani ad apprezzare e a dare il giusto valore alla stampa, al cinema, alla radio, alla televisione e a tutti gli strumenti di comunicazione sociale che contribuivano all’incremento della cultura, alla divulgazione dell’arte, alla conoscenza tra i popoli e alla diffusione del messaggio evangelico. Consigliava però di non ignorare i pericoli e i danni che questi strumenti, se pur nobili, potevano procurare ai singoli individui, influenzandone il pensiero e l’opinione.

    Nel corso degli anni i temi delle varie giornate sono cambiati, seguendo lo sviluppo della tecnologia e l’evolversi delle problematiche comunicative che ne derivano: i primi messaggi riguardavano i più antichi mass-media (v. “La stampa, la radiotelevisione ed il cinema per il progresso dei popoli” del 1968), l’attenzione si è poi concentrata su Internet e sui social network e così gli argomenti trattati, per citare solo alcuni esempi, sono stati “Nuove tecnologie, nuove relazioni” (2009) e ”Il Sacerdote e la pastorale nel mondo digitale: i nuovi media al servizio della parola” (2010).

    Inoltre la riflessione sui mezzi di comunicazione ha influito anche sulla strategia comunicativa della Giornata Mondiale: i testi dei messaggi sono diventati più brevi e maggiormente legati all’attualità, in modo da essere più efficaci e più comprensibili per il  pubblico, e il tema viene comunicato, come già scritto, otto mesi prima della celebrazione della Giornata, così che vi sia un lasso di tempo adeguato per la riflessione e la pubblicazione di articoli, di commenti e di omelie.

    Quest’anno, il messaggio del papa Francesco per la 54a Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali ha il seguente titolo: «“Perché tu possa raccontare e fissare nella memoria” (Es 10,2). La vita si fa storia.”»

    Il Pontefice ha voluto dedicare la sua riflessione al tema della narrazione, “Perché” scrive Francesco “credo che per non smarrirci abbiamo bisogno di respirare la verità delle storie buone: storie che edifichino, non che distruggano”.

    Papa Francesco continua, sostenendo che l’uomo è un essere narrante: fin da piccoli tutti abbiamo fame di storie, che siano fiabe, romanzi, film, canzoni, notizie, perché l’uomo ha bisogno di raccontarsi per custodire la sua vita che, d’altronde, viene influenzata dalle storie, anche se ciò avviene senza che nessuno ne abbia la consapevolezza.

    Però, raccomanda il Papa, bisogna cibarsi di storie buone che durino nello spazio e nel tempo e non di chiacchere e pettegolezzi vani che hanno vita breve.

    L’istituzione di questa giornata, a mio avviso, riveste un’importanza fondamentale per noi giovani che oggi corriamo il rischio di venire sempre più sopraffatti dai social network. Grazie ai temi affrontati infatti abbiamo la possibilità di riflettere sui valori veri sui quali vale la pena fondare la nostra vita!

    di Simone Bellomare


    Condividi questo articolo





    edit

    Scrivi su Scuolalocale clear remove

    Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo

    edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    doneChiudi
    Racconta la tua esperienza Scuola-Lavoro!
    Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto di alternanza e racconta l'esperienza; la redazione di Scuolalocale del tuo Istituto riceverà queste informazioni e le pubblicherà su Scuolalocale.
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
    Seleziona il progetto che vuoi raccontare, non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    Invia la tua Idea clear remove

    Descrivi la tua idea e inviala a Scuolalocale.
    account_circle
    pin_drop
    Seleziona il tuo Istituto

    Seleziona l'ambito della tua idea

    mode_edit

    thumb_up

    La tua idea è stato inviata a Scuolalocale!

    Grazie!

    doneChiudi
    Chiudi
    Chiudi