ADOLESCENTI SEMPRE PIU’ SOLI - Una socialità fuori dal comune
 
    Stai leggendo il giornale digitale di IS Einaudi Pareto su
    Clicca qui per leggere il giornale di un altro Istituto.

    ADOLESCENTI SEMPRE PIU’ SOLI

    Una socialità fuori dal comune

    Gli adolescenti nonostante le nuove tecnologie e i social, tendono a sentirsi sempre più soli e, talvolta,  decidono di non frequentare luoghi pubblici per non incontrare altre persone. Questi giovani, che sono ogni giorno più numerosi, preferiscono restare chiusi nelle proprie camere e trascorrere le loro giornate navigando nel web, confrontandosi con una realtà sempre più virtuale.

    É il caso degli Hikikomori  引き籠もりtradotto in italiano “ritiro sociale”.

    Si tratta di giovani, soprattutto i maschi,  tra i 16 e i 29 anni, che decidono di isolarsi dalla vita sociale per vari motivi, in particolare nel momento di transizione dalla scuola secondaria al mondo del lavoro.

    Questo fenomeno, già presente e analizzato in Giappone dalla seconda metà degli anni Ottanta, ha cominciato a diffondersi negli Stati Uniti e in Europa dal 2000 in poi.

    Dal confronto tra alcuni paesi europei, riportato da Eurostat nel 2018, l’Italia  si trova, con il 24 % circa, tra quei paesi in cui il fenomeno è tra i più diffusi.

    Le indagini ufficiali condotte finora dal governo giapponese hanno identificato più di 1 milione di casi.

    In Italia il fenomeno sta aumentando. L'Hikikomori, infatti, sembra non essere una sindrome culturale esclusivamente giapponese, ma un disagio adattivo sociale, che si sta diffondendo ormai in tutto il mondo.

    Le cause possono essere di vario genere: caratteriali , familiari, scolastiche e sociali.

    Qualunque sia l’origine del fenomeno, la conseguenza è comunque il ritiro da ogni possibilità di confrontarsi concretamente con l’altro preferendo l'ambiente più controllabile del mondo virtuale.

    Le famiglie,  per aiutare questi ragazzi potrebbero mettere in atto terapie con l'aiuto degli specialisti e aiutarli, gradualmente, a sviluppare la consapevolezza del proprio disagio.

    Si potrebbe,  strategicamente,  cercare di fare abbandonare loro  la propria camera coinvolngendoli in  attività  domestiche:  cucinare, giocare con giochi di società o in conversazioni con i  familiari.

    Un ruolo molto importante lo svolge  anche la scuola che dovrebbe intensificare le attività per l'inclusione, organizzare delle attività di gruppo, in modo da  integrare il ragazzo al meglio e agevolare la socializzazione con altri studenti.

                     

     

    di Ettore Terranova

    di Federica Marchese


    Parole chiave:

    adolescenti , hikikomori , solitudine

    Condividi questo articolo





    edit

    Scrivi su Scuolalocale clear remove

    Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo

    edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    doneChiudi
    Racconta la tua esperienza Scuola-Lavoro!
    Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto di alternanza e racconta l'esperienza; la redazione di Scuolalocale del tuo Istituto riceverà queste informazioni e le pubblicherà su Scuolalocale.
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
    Seleziona il progetto che vuoi raccontare, non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    Invia la tua Idea clear remove

    Descrivi la tua idea e inviala a Scuolalocale.
    account_circle
    pin_drop
    Seleziona il tuo Istituto

    Seleziona l'ambito della tua idea

    mode_edit

    thumb_up

    La tua idea è stato inviata a Scuolalocale!

    Grazie!

    doneChiudi
    Chiudi
    Chiudi